22/05/2022possibili temporali

23/05/2022possibili temporali

24/05/2022parz nuvoloso

22 maggio 2022

Montebelluna

Montebelluna, l'opposizione presenta 16 emendamenti al bilancio e al DUP

Gli interventi dei gruppi consiliari di minoranza spaziano dalla vigilanza su territorio al mondo del lavoro in crisi, con un duro attacco alla programmazione della maggioranza,

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Municipio di Montebelluna

MONTEBELLUNA - Per oggi è stato convocato il Consiglio Comunale e i gruppi consiliari “Democratici per Montebelluna” e “Insieme per Montebelluna” sono pronti a entrare nel vivo dell’agone politico, con la presentazione di cinque gli emendamenti inerenti al bilancio e undici per il Documento Unico di Programmazione (DUP) 2021-2022.

I temi degli interventi sono trasversali e spaziano dalla sicurezza agli aiuti alle attività produttive, passando per il Piano nazionale di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Ad esempio, i due gruppi propongono di destinare 5mila euro per il “Progetto vigilanza del territorio”, in modo da garantire più fondi per la vigilanza sul territorio, soprattutto in questi mesi, quando si è registrato un aumento degli atti di vandalismo, spesso causati da minori, e dei furti in abitazione, specialmente in orario serale.

10mila euro invece andrebbero per un capitolo di spesa di nuova istituzione, “Nuovi incarichi professionali per PNRR”, al fine di permettere al Comune di Montebelluna di prepararsi pronta dal punto di vista tecnico-giuridico per partecipare ai bandi e alle scadenze del PNRR. Commenta amareggiato Loreno Miotto (Democratici per Montebelluna): «Il bilancio 2022 presentato dalla maggioranza e il DUP non ne fanno minimamente cenno, mentre tutti i comuni attorno, a partire da Treviso, si stanno attrezzando a cogliere questa opportunità».

Dal punto di vista del tessuto produttivo, i due gruppi consiliari hanno presentato un aumento del 50% dei fondi a sostegno delle attività produttive, riconoscendo 2mila euro per chi ha perso il lavoro e 3mila per le attività produttive, al fine di mitigare gli effetti della crisi.

Infine, il consigliere di “Insieme per Montebelluna” Lucio De Bortoli propone di destinare 5mila euro per i lavoratori della cultura del Museo Civico e del MeVe. «Si tratta – spiega – di fondi da destinare a chi al Museo e al MEVE lavora per guardiania, guide, aperture straordinarie, assunto da cooperative che spesso danno stipendi molto bassi a fronte di carichi di lavoro pesanti. Vogliamo accendere un faro su questi aspetti: i contenitori culturali ci sono, hanno scelto di farli, ora vanno gestiti oculatamente e riconoscendo adeguatamente la professionalità degli operatori».

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×