21 ottobre 2020

Nord-Est

A Venezia sono arrivate le visite turistiche in lingua dei segni

“Go Guide” è un progetto nato a fine luglio a favore di un turismo consapevole e sostenibile, capace di rendere accessibile a tutti il ricco patrimonio culturale veneto

| Clara Milanese |

immagine dell'autore

| Clara Milanese |

Guida turistica in lingua dei segni

VENEZIA – A Venezia si potrà finalmente partecipare a visite guidate in lingua dei segni italiana (LIS).

Il progetto, dal nome Go Guide, riunisce un gruppo di guide abilitate che si impegnano per offrire un tipo di turismo consapevole e inclusivo.

A rappresentare il gruppo è il (il ghiozzo), un pesce mediterraneo che sguazza nei fondali della laguna di Venezia. Non è molto conosciuto e non ha un bell’aspetto, ma con il gò si preparano alcuni dei piatti più gustosi e ricercati della cucina tradizionale veneta. “L’idea che un pesciolino così semplice sia l’ingrediente di una pietanza tanto raffinata ci è servita da ispirazione – raccontano – L’abbiamo preso come simbolo per il nostro gruppo di guide turistiche, che vivono e conoscono il territorio in cui lavorano e che desiderano mostrarsi per quello che sono: persone del posto, preparate e appassionate”.

Il gruppo è composto da una ventina di guide e, grazie al vantaggio della collaborazione con interpreti LIS, propone itinerari accessibili e inclusivi, concepiti per superare le barriere architettoniche.

Le visite proposte non si limitano alla Laguna veneziana ma spaziano all’interno della regione con gite in altre città, luoghi d’interesse e siti UNESCO come le ville venete e le piccole città murate, oppure le colline del Prosecco e i panorami delle Dolomiti.

Il progetto Go Guide è stato presentato ufficialmente lo scorso 25 luglio e inaugurato con una passeggiata per le calli veneziane a cui hanno preso parte alcuni rappresentanti delle maggiori realtà della comunità sorda del Nord Italia, che hanno potuto immergersi nella città grazie all’interprete LIS Chiara Botteon.

 



foto dell'autore

Clara Milanese

Dello stesso argomento

immagine della news

23/12/2019

Castelfranco sostiene Venezia

I proventi del concerto di Capodanno andranno alla città lagunare messa in ginocchio dall’acqua alta

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×