29 marzo 2020

Castelfranco

VIADO UCCISO, FERMATO UN CLIENTE

Ha confessato di aver sferrato un pungo al transessuale perché credeva fosse una donna

| | commenti | (3) |

| | commenti | (3) |

Castelfranco – L’uomo fermato è un 28enne originario del Burkina Faso, H.B., residente a Feltre. Ai carabinieri ha raccontato di aver colpito con un pugno il transessuale trovato morto in un appartamento del residente “Le Logge” a Castelfranco. L’avrebbe fatto perché credeva fosse una donna.

Una volta scoperto che invece si trattava di un trans l’ha quindi colpito. Voleva indietro i suoi soldi. Questo quanto ha riferito. Ma poteva veramente non sapere che si trattava di un transessuale e non di una donna?

Gli inquirenti sarebbero arrivato a lui seguendo le tracce del cellulare che era stato preso a Mateus da Silva Ribeira, in arte Aline. Il fermo dell’uomo, un carpentiere, è avvenuto ieri intorno alle 17,30. Ad interrogarlo il Pm Iuri De Biasi. Il suo numero di cellulare era tra quelli che avevano contatto il cellulare di Aline nelle ultime 24 ore, in più anche il segnale del cellulare della vittima portava proprio nel luogo in cui si trovava e quindi si è chiuso il cerchio e c’è stato l’arresto.

Una volta arrestato, ha ammesso di aver avuto un incontro con il viado mercoledì, che c’è stata una colluttazione, anche se i dettagli non li ha forniti. Ha detto di non ricordare, complice anche l’uso di cocaina avvenuto prima dell’incontro tra i due.

Dice di aver sferrato il pugno, ma del pareo cui sembra che sia stato strangolato il trans non riferisce nulla.

Domani mattina ci sarà l’autopsia sul corpo del giovane di origine brasiliana. Ad eseguirla sarà il professor Massimo Montisci di Padova, lo stesso del delitto di Gorgo al Monticano e di Iole Tassitani. Si saprà effettivamente se il viado sia morto per soffocamento, oppure a causa di un pugno.

 

Sotto: Mateus da Silva Ribeira, in arte Aline. (Foto Balanza)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×