20/08/2018quasi sereno

21/08/2018quasi sereno

22/08/2018quasi sereno

20 agosto 2018

Conegliano

Polemica infuocata a Gaiarine, l'unico consigliere di opposizione lascia l'aula

"Consiglio convocato troppo presto, nessun dialogo con le minoranze"

Roberto Silvestrin | commenti |

stefano andreetta lascia l'aula

GAIARINE - Mancanza di democrazia in consiglio comunale? Lo sostiene il consigliere di minoranza Stefano Andreetta, della civica “Insieme per il bene comune”, che giovedì scorso ha messo in atto un vero e proprio atto dimostrativo, uscendo dall’aula dopo aver tenuto il proprio discorso.

 

“Differentemente da molti comuni limitrofi, dove i consigli si fanno alle 20/20.30, da noi viene fatto solitamente alle 19, ed alcuni consiglieri, specie di minoranza, hanno difficoltà a prendervi parte già a quell’ora – racconta Andreetta - Stavolta era addirittura alle 18, e mi sono trovato unico consigliere di opposizione presente”.

 

Secondo l’esponente dell’opposizione non ci sarebbe, da parte dell’amministrazione guidata dal sindaco Mario Cappellotto, alcuna predisposizione al dialogo con la minoranza. Questo il motivo per cui Andreetta ha abbandonato il consiglio, lasciando solo la maggioranza in aula. “La documentazione relativa ai vari punti di oggi mi è stata inviata lunedì 27 a mezzogiorno passato, quindi circa 78 ore fa, lavoro, pasti e notti comprese – ha dichiarato Andreetta giovedì sera - Stiamo parlando di argomenti dei quali, fino a 78 ore fa, ero completamente all’oscuro, argomenti anche molto importanti che avevano e hanno bisogno di un approfondimento che necessita di tempo e di dialogo. Invece siamo alle solite, ancora e sempre peggio”.

 

Secondo Andreetta ci sarebbe anche una mancanza di trasparenza, dato che “sono anni che il nostro regolamento non viene rispettato. Sindaco, giunta e maggioranza preferiscono tenere all’oscuro il più possibile chi non fa parte del loro giro”. Il consigliere di “Insieme per il bene comune” ha divulgato anche una battuta che gli sarebbe stata fatta in via confidenziale da membri della maggioranza: “Mi sono sentito dire in confidenza da qualcuno di voi in passato che il consiglio comunale serve solo a far sfogare le opposizioni”.

 

Motivi, questi, che hanno spinto Andreeta a lasciare il consiglio appena dopo il suo inizio, in aperta polemica con sindaco, giunta e consiglieri.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×