12/06/2024possibili piogge

13/06/2024nubi sparse e temporali

14/06/2024velature sparse

12 giugno 2024

Italia

Carambola di incidenti in A1 per nebbia, 25 feriti

Caos e code, chiuso il tratto da Piacenza a Parma verso Bologna

|

|

Carambola di incidenti in A1 per nebbia, 25 feriti

PARMA - Un'altra giornata di caos e disagi sulla A1 Milano-Napoli a causa dei banchi di nebbia che nelle prime ore del mattino hanno drasticamente limitato la visibilità degli automobilisti in Pianura padana. Risultato: una carambola di incidenti, con almeno un maxi tamponamento a catena tra Piacenza e Parma, che hanno coinvolto circa 25 auto e provocato il ferimento di 25 persone di cui due in gravi condizioni. Il tratto, in direzione Bologna, è rimasto chiuso per circa sei ore mentre la macchina dei soccorsi ha lavorato incessantemente, in molti casi per estrarre persone dalle lamiere delle vetture incidentate. L'allarme è scattato poco dopo le 8 per diversi incidenti tra i chilometri 75 e 85 della A1 in direzione Bologna. È stata immediatamente attivata la procedura di emergenza dei soccorsi con decine di mezzi dispiegati sul campo e coordinati dall'Ausl di Piacenza insieme ad Anpas, Croce Rossa e alla centrale operativa 118 Emilia nord con sede a Parma. Al lavoro anche i vigili del fuoco e gli agenti della Polstrada. Dei venticinque feriti 17 sono stati i casi lievi, sei quelli di media gravità e due gravi.

Si tratta - per questi ultimi - di due uomini di 41 e 49 anni. Sono stati trasportati d'urgenza al Maggiore di Parma e il 49enne è in rianimazione. Un paio dei pazienti con codici minori è stato preso in carico dall'ospedale di Fiorenzuola, mentre tutti gli altri sono stati destinati ai presidi di Fidenza e Parma. L'autostrada è stata chiusa tra Piacenza sud e Fidenza (Parma) fino al primo pomeriggio. Un altro incidente in direzione opposta, verso Milano, ha decretato anche la chiusura di quel tratto, anche se per un paio d'ore. Le code di sei-sette chilometri sono state smaltite a singhiozzo. L'autostrada per chi l'ha percorsa in quelle ore in cui si sono moltiplicati gli incidenti aveva una visibilità bassissima a causa della nebbia, fenomeno meteo tipico di questo periodo e che, in alcuni casi, può essere accentuato dallo smog.

A inizio febbraio condizioni simili hanno provocato incidenti con conseguenze ancora peggiori sulla A21 e sulla A22, con un totale di tre morti e oltre 60 feriti. Questa mattina sulla Autobrennero - che ultimamente ha chiuso sempre per nebbia e incidenti un tratto di un'ottantina di chilometri per tre giorni di fila - banchi di nebbia hanno fatto scattare la safety car tra Mantova e Carpi per uniformare le velocità di transito e garantire la massima sicurezza possibile. Anche sull'A26 Genova-Gravellona Toce, in direzione nord tra Alessandria e Casale Monferrato, ci sono stati incidenti per la nebbia: 19 i veicoli coinvolti, di cui quattro mezzi pesanti, in cinque diversi scontri, con cinque feriti non gravi. Preoccupazione e disagi anche per i tanti automobilisti rimasti bloccati in A1, pur non essendo coinvolti dai tamponamenti.

All'altezza dell'autogrill che passa sopra l'autostrada a Fiorenzuola a metà mattina c'era più rassegnazione che preoccupazione fra chi era riuscito ad arrivare al punto ristoro. Gente fuori dalle auto che telefonava e cercava di avere informazioni per sapere il motivo del blocco dell'autostrada A1, altri che mostravano al vicino sul telefonino le foto degli incidenti avvenuti a ripetizione, in particolare tra Fiorenzuola e Fidenza. Qualcuno che aveva la macchina sulla carreggiata di marcia si è arrangiato e ha scavalcato per arrivare ai bagni del punto ristoro. E c'è anche stato chi non ha esitato a fare un pezzetto di strada contromano per arrivare al bivio fra l'area di servizio e il casello di uscita.



 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×