26 gennaio 2020

Vittorio Veneto

Frana in Fadalto, si chiedono soldi alla Regione per assistere i proprietari dei terreni

La mozione del consigliere Ruzzante

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Frana in Fadalto, si chiedono soldi alla Regione per assistere i proprietari dei terreni

VITTORIO VENETO - La frana del Fadalto, insieme ai disagi che ha creato (e crea tuttora) sull’Alemagna, finisce sui banchi della giunta regionale. Merito della mozione presentata dal consigliere Piero Ruzzante, che ha messo il caso sotto i riflettori: la questione riguarda soprattuto la questione della bonifica dei terreni da cui si è originata la frana.

 

L’Avvocatura dello Stato ha infatti individuato nei trenta proprietari dei terreni coloro che devono provvedere economicamente alla bonifica, per un costo di circa 354mila euro. I privati si erano opposti a qualsiasi tipo di esborso per l’intervento.

 

La mozione presentata da Ruzzante chiede quindi alla giunta di “verificare la possibilità di contribuire per l’assistenza legale a favore dei proprietari dei terreni interessati dalla frana, e a valutare la possibilità di istituire un fondo per la tutela dei proprietari terrieri condannati”.

 

Ma l’Alemagna non è l’unica strada menzionata nella mozione: c’è infatti anche la questione legata alla Provinciale 422 dell’Alpago e del Cansiglio, soprattutto all’incrocio tra via Fratte e via dell’Industria a Fregona.

 

Un tratto in cui spesso si verificano incidenti, come denunciato da cittadini, comitati ed esercenti. Ruzzante chiede che la regione si renda disponibile “anche finanziariamente con gli enti locali per porre fine alla situazione di disagio, legata al ripetersi di frequenti incidenti stradali”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×