28 ottobre 2020

Castelfranco

Punto d’incontro: “Né con Marcon né con Sartoretto, siamo apartitici”

Zurlo e il suo gruppo chiedono, ai 2 candidati al ballottaggio, 3 ettari di terreno per piantare alberi

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Punto d’incontro: “Né con Marcon né con Sartoretto, siamo apartitici”

CASTELFRANCO - Punto d’incontro, la vera sorpresa di questa tornata elettorale capace di conquistare quasi il 7% dei votanti e per tale motivo appetibile per gli interessi politici dei due candidati sindaco, sceglie di non schierarsi apertamente a fianco di nessuno dei due sfidanti del ballottaggio. Questa scelta è legata alla volontà di conservare lo spirito apartitico della lista, che «sin dall’inizio ha scelto di prendere le distanze da valutazioni di tipo strategico o da scelte di convenienza, sebbene volto ad una politica comunale di collaborazione», come comunicato da loro stessi.

L’eventuale schieramento a favore di uno dei due contendenti è infatti visto dai giovani di Punto d’Incontro come una privazione, sebbene parziale, della loro indipendenza: «Si andrebbe a inficiare la produttività e l’energia positiva di un progetto in cui crediamo sinceramente e che continuerà a lavorare con impegno, con l’obiettivo di acquisire una maggiore solidità» sostengono Lorenzo Zurlo e compagni.

Tuttavia, Punto d’Incontro vuole in ogni caso interrogare Stefano Marcon e Sebastiano Sartoretto sul tema cardine della lista di Zurlo: lo sviluppo sostenibile, espresso in termini economici, sociali ed ambientali. I giovani, molti dei quali attivi nel movimento del Friday For Future, chiedono ai due sfidanti «la disponibilità a garantire aree per il benessere comune e nello specifico di pensare a 3 ettari di terreni distribuiti nel territorio comunale da destinare alla piantumazione di alberi (un minimo di 1 albero ogni 10 abitanti di Castelfranco, ovvero 750 alberi all’anno, 3750 in cinque anni) al fine di aumentare la vivibilità, in termini di salute e aggregazione sociale». Punto d’Incontro si occuperebbe invece di reperire le risorse per il mantenimento e la conservazione di queste aree, con un approccio di partecipazione attiva e coinvolgimento della cittadinanza.

Infine, sempre in tema di sostenibilità, Punto d’Incontro invitano i due candidati a preservare il territorio e le aree verdi oggi esistenti, sfruttando gli strumenti già previsti dalla normativa vigente e volti alla valorizzazione del patrimonio arboreo, come il Censimento del verde, il Regolamento del verde ed il Piano del verde.

Sembra dunque chiaro che i giovani di Punto d’Incontro non siano in alcun modo interessati a conquistare “poltrone” in sede di Consiglio comunale: infatti, in caso di vittoria di Marcon, sarebbe garantito loro un posto in consiglio, eventualità invece esclusa con Sartoretto sindaco.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×