03 dicembre 2020

Nord-Est

Sono 7 i candidati alla presidenza del Veneto

24 le liste a sostegno dei candidati

|

|

Sono 7 i candidati alla presidenza del Veneto

VENEZIA, 2 MAG - Sette candidati alla Presidenza della Regione Veneto, appoggiati da oltre 20 liste, per conquistare Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, a Venezia. In corsa Luca Zaia, governatore uscente della Lega Nord ed appoggiato da cinque liste.

Tra gli antagonisti più accreditati Alessandra Moretti, per il centro sinistra, con cinque liste, e Flavio Tosi, il sindaco di Verona protagonista della rottura con il Carroccio, forte di sei liste. Corrono da soli Jacopo Berti del M5s, Alessio Morosin, l'indipendentista che si ispira alla Serenissima Repubblica, Laura Coletti Di Lucia, ambientalista che guarda all'esperienza greca di Tsipras, e per Forza nuova Sebastiano Sartori.

Zaia, a guardare la lista dei candidati, punta sull'effetto traino di tre suoi assessori uscenti Roberto Ciambetti, Marino Finozzi e Luca Coletto, cui si aggiunge la bassanese Tamara Bizzotto.

L'acquisto a sorpresa è quello dell'ex Liga Veneta Fabrizio Comencini, già ai vertici del Carroccio negli anni '90, poi sparito nelle more delle liti interne al partito.

Zaia, oltre alla sua lista personale, conta sull'appoggio della Lega Nord, di Forza Italia, di Fratelli d'Italia e di Indipendenza noi veneti (Comencini).

Alessandra Moretti, nelle cui liste ci sono Sara Simeoni (ex atleta primatista di salto in alto), Alessandra Poggiani appena dimessasi dall'Agenzia digitale nazionale, Massimo Bubola e Santino Bozza, l'ex bossiano di ferro giubilato con il nuovo corso del Carroccio, ha la propria lista ed è appoggiata dal Pd, Veneto civico, Veneto nuovo (vicino a Sel) e da Progetto Veneto autonomo. Quest'ultima lista accoglie le istanze autonomiste della regione peraltro, tema molto sentito dal territorio.

Flavio Tosi potrebbe essere una spina nel fianco della Lega per i voti che saprà drenare. Oltre alla lista con il proprio nome è seguito da Area Popolare (ex Udc-Ncd), un movimento di pensionati, Veneto del fare, Unione a nordest e Razza Piave. Un movimento questo con forte peso nel trevigiano, territorio di provenienza di Zaia.

Tra i candidati di Tosi, spicca Dino Boffo, già direttore di 'Avvenire', e Daniele Stival, assessore uscente in area Lega che era titolare della delega alla Protezione civile e all'Identità veneta.

Il 31 maggio, oltre che per il rinnovo del Consiglio Regionale, si vota anche per eleggere il nuovo sindaco in 4 comuni della provincia di Treviso: Castelfranco, Spresiano, Vidor e Arcade

Le liste collegate ai candidati Presidenti sono in fase di valutazione nei sette Tribunali veneti.

 

 


| modificato il:

Dossier

Dello stesso argomento

immagine della news

18/06/2015

Dalla Libera, addio al Comune

Il primo cittadino di Oderzo entra in Consiglio regionale. Probabile nuovo sindaco sarà l'attuale vice Bruno De Luca

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×