23/06/2024molto nuvoloso

24/06/2024nubi sparse

25/06/2024pioggia debole e schiarite

23 giugno 2024

Valdobbiadene Pieve di Soligo

La band trevigiana dei Goliardika torna a esibirsi all’Adunata degli Alpini

Quest’anno il celebre gruppo musicale festeggia i suoi dieci anni di attività e lo fa con un nuovo album, sempre all'insegna della buona musica, del divertimento ma anche della pace

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Goliardika

VALDOBBIADENE – Provate a unire buona musica, divertimento, il cameratismo degli Alpini e un pizzico di nostalgia per la “naja”: il risultato può essere uno solo, Goliardika! La band che da dieci anni a questa parte è regolarmente invitata all’Adunata nazionale degli Alpini e che ha saputo riscuotere successi anche in ambiti non prettamente “militari”. Ma ecco come si presentano i nostri quattro impavidi musicisti: “Reparto Speciale Goliardika, ovvero un corpo formato da uomini scelti che ha come principale compito quello di recuperare, valorizzare e rinnovare il repertorio fatto di canzoni della tradizione militare italiana, in particolari gli inni dei vari corpi dell’esercito, le canzoni da marcia e da camerata dei vari corpi dell’Esercito Italiano”.



E allora conosciamoli uno a uno questi temerari del pentagramma: “Il glorioso plotone di questo reparto, è in particolare composto da un paio di veterani, come il Capitano Fabrizio De Poi di Pederobba, voce e chitarra ritmica, reduce da grandi battaglie sul fronte della musica dal vivo e del buonumore – spiegano i nostri -. Il Sergente Paolo Todoverto di Valdobbiadene, chitarra solista e seconda voce, che per oltre trent'anni si è battuto con valore nel campo dell'Hard Rock. In fine un paio di giovani leve, ovvero il Caporale Massimo Guizzo di Valdobbiadene, bassista e corista, che si narra abbia combattuto a lungo con sprezzo del pericolo sul terreno del Heavy Metal ed infine dal Soldato Semplice Nicola Marsura di Sernaglia della Battaglia, instancabile batterista, che nonostante la giovane età si è già distinto su vari fronti del Rock e del Reggae”.


Che dire, davvero un curriculum di tutto rispetto per la band trevigiana che venerdì 12 maggio si esibirà in concerto a Cormons, durane la manifestazione "Aspettando l'Adunata", un evento collaterale della 94ma Adunata Nazionale Alpini di Udine che si terrà il 12, 13 e 14 maggio 2023. Il repertorio sarà quello che in questi anni gli ha permesso di conquistare il pubblico di tutt’Italia. Tra i loro cavalli di battaglia: “Sul Cappello”, “Gira l'Elica”, “L'Inno dei Congedanti”, “Vinassa Vinassa”, “Caro Topino”, “Il Silenzio del Congedante”, “Sul Paion”, “Vecchio Scarpone”, e persino inni come “Trentatrè – Valore Alpino” e “Flik Flok” dei Bersaglieri. Insomma, la storica tradizione musicale militaresca ma rigorosamente in chiave rock o all’occorrenza reggae. Ma ci tengono a precisare: “Mai canzoni che parlano di guerra e morte”. Il repertorio della band, infatti, si rifà alla goliardica tradizione dei canti di “naja”.

“Finalmente i canti di naja sdrammatizzati e aggiornati alla sensibilità dei nostri anni. Un modo diverso per fare festa e andare sull’onda dei ricordi, tanti, della gioventù. Sono motivi senza tempo…”: ha detto di loro Nicola Stefani, da anni speaker ufficiale delle Adunate nazionali degli Alpini. I Goliardika si sono esibiti in eventi di rilievo: all’Adunata Nazionale Alpini dell'Aquila a Paganica, e anche vari "Raduno Triveneto Alpini" come quello di Conegliano, quello di Vittorio Veneto, quello di Gorizia e quello di Tolmezzo, oltre a raduni e anniversari sezionali Ana tra i quali quello di Valdobbiadene, a Odolo (BG), quello di Reana del Roiale (UD), all’Aquila, nonché a manifestazioni sportive organizzate dall'Ana, come la marcia in collina a coppie di Soligo e quella dello scorso anno di Vidor.

Ma la band ha suonato anche in vari locali prevalentemente nel Veneto anche se va detto che ha avuto l’occasione di farsi apprezzare pure a livello nazionale al concorso Videofestival Live, nel 2015, dove su 1200 partecipanti provenienti da tutta Italia, i Goliardika sono arrivati in finale e si sono classificati terzi assoluti e primi come band. La finale è andata in onda su SkY Canale 51, con una giuria davvero prestigiosa, composta da personalità del calibro di Mara Maionchi, Silvia Mezzanotte (ex cantante dei Mattia Bazar) e Alessando Porcella della Sony Records. Insomma, i Goliardika non passano inosservati ma soprattutto sanno farsi apprezzare, per la loro unicità e bravura.



Quest’anno ricorre il decimo anno dalla fondazione della band e, per festeggiare, i quattro stanno preparando un nuovo album. Dopo "Uomini o Caporali" che ha riscosso un grande successo sarà la volta di "Tutti in libera uscita", una novità che certo i tanti fans della formazione sapranno apprezzare perché come dice il Capitano Fabrizio De Poi: “Se gli eserciti di tutto il mondo imbracciassero chitarre al posto dei fucili, l’odio, il dolore e la sofferenza scomparirebbero per sempre dalla faccia della terra”.

 

I VIDEOCLIP DEI GOLIARDIKA

https://www.youtube.com/watch?v=zrRbsfCK98Q

https://www.youtube.com/watch?v=VTTqAj5Zb74

https://www.youtube.com/watch?v=xUpdPCyOsFg
 

Continua a leggere su OggiTreviso

 

 

 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

25/11/2023

I 17 alpini dimenticati

Un anniversario rimosso, che non fa bene alla storia collettiva. Per non ripetere errori madornali

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×