05 dicembre 2020

Treviso

"Bus ancora come carri bestiame, Mom faccia più controlli"

I consiglieri del Pd chiedono "maggiori controlli sulla capienza e più bus per il trasporto degli studenti"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

bus stazione treviso

TREVISO - Bus sovraffollati e controlli a singhiozzo. Il trasporto scolastico resta ancora uno dei nodi più complicati dall’avvio del nuovo anno scolastico. Tra norme anti-Covid, capienza all’80% nei bus e app della Mom per i rimborsi degli abbonamenti, ieri il trasporto pubblico ha scatenato lo scontro in consiglio comunale.

“Mom - apre la consigliera del Pd Antonella Tocchetto - deve fare di più in termini di controlli su chi e quante persone salgono in bus, soprattuto quelli degli studenti. Nell’incontro con il presidnete di Mom, Colladon, per illustrarci su quanto fatto in tema di trasporto scolastico, oltre a non aver risposto a nessuna delle nostre domande, abbiamo capito che il controllo sulla capienza dei mezzi viene fatto in modo sporadico e non c’è nessuno che misura la febbre ai passeggeri prima di salire sull’autobus. Perché Mom non acquista le strumentazioni per rilevare la temperatura? L’emergenza sanitaria non si risolverà in qualche settimana, anzi potrebbe peggiorare nel periodo invernale, quindi sarebbe importante dotarsi della strumentazione per verificare se le persone hanno o meno la febbre prima di prendere il bus e fare controlli severi per evitare la trasmissione del virus”.

Roberto Grigoletto (Pd) ha confermato: “Vedo gli studenti che arrivano a scuola in bus e vi assicuro che non c’è molto spazio nei mezzi. Invece di introdurre i banchi con le rotelle a scuola sarebbe stato meglio mettere qualche autobus in più. Vi assicuro che in classe i ragazzi rispettano al massimo le norme previste, dal distanziamento sociale all’igienizzazione, e il rischio di contagio è davvero ridotto. Ma se prima arrivano a bordo di autobus che continuano ad essere carri bestiame, è difficile contenere il contagio. Chiedo al sindaco di insistere con Mom per avere più bus”.

A difesa della società il leghista Giancarlo Da Tos: “Mom ha fatto tantissimo, chi accusa non sa di che parla, convocherò i consiglieri alle 6.30 del mattino in stazione per vedere chi sale sui bus. Posso confermare che i bus sono anche troppi, al mattino non si riempiono mai oltre il 70% ”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×