28/01/2022nubi basse

29/01/2022velature sparse

30/01/2022sereno

28 gennaio 2022

Treviso

Covid, ultimatum per circa mille sanitari non vaccinati. In 500 si prenotano

L'Ulss2 “Abbiamo inviato le lettere al personale, ora capiremo le motivazioni e faremo chiarezza”

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

medici

TREVISO - Sono partite lunedì le lettere dell’Ulss2 indirizzate ai circa circa mille dipendenti sanitari che ancora non hanno preso parte alla campagna vaccinale.

Come anticipato la scorsa settimana dall’azienda sanitaria trevigiana la lettera è stata inviata a medici in servizio negli ospedali, medici di famiglia, pediatri di libera scelta, medici specialisti ambulatoriali, infermieri e operatori socio-sanitari che, dai controlli incrociati eseguiti dalla Regione tra gli elenchi dei lavoratori dell’azienda sanitaria trevigiana e i dati dell’anagrafe vaccinale, ancora non risultano vaccinati.

“Una volta ricevute le risposte capiremo le motivazioni di ciascun operatore e faremo chiarezza”, spiega il direttore generale dell'Ulss2 Francesco Benazzi. “Intanto per il personale che risulta ancora non vaccinato abbiamo aperto uno slot dedicato con 500 posti. Al momento i posti sono già tutti prenotati”.

Dunque una volta vaccinate queste 500 persone si riduce della metà il personale sanitario ancora senza vaccino. I restanti non sono tutti “no vax”, ma ci possono essere anche soggetti che per motivi di salute non hanno potuto ancora vaccinarsi o magari hanno contratto il Covid e stanno attendendo i tre mesi dalla guarigione prima di potersi vaccinare”.

 

Leggi anche:

Medici, infermieri, oss: a Treviso in mille non si sono ancora vaccinati

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×