26 ottobre 2020

Treviso

"Ho voglia di tornare in classe ma ho paura di non farcela"

Lo psicologo Oscar Miotti ci spiega le paure dei ragazzi che per il Covid temono il ritorno a scuola

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

Treviso - Dispositivi di sicurezza, percorsi particolareggiati per ingressi e uscite, banchi con le rotelle e “rime buccali”: si è pensato a tutto (o quasi) per la riapertura della scuola. Ma a loro, agli studenti che quella scuola da lunedì dovranno tornare a frequentarla, si è pensato un momento? A come si stanno preparando? Prima ancora: a cosa stanno provando?

Disagio, fatica, ansia: si leggono in certe mail e in alcuni whatsApp che si scambiano tra loro ma che inviano anche a qualche insegnante. “Ho voglia di tornare in classe ma ho paura di non farcela”. “E’ tutto così diverso e strano”. “Sembra che siano trascorsi secoli, sento così distante la scuola”. Oscar Miotti, psicologo e psicoterapeuta con studio a Castelfranco e consigliere regionale dell’Ordine prova a rassicurare: “Sentimenti del tutto normali e comprensibili; la riluttanza ci sta tutta dopo il lungo periodo trascorso a casa, protetti; si tratta ora di riadattarsi e il nostro psichismo è attrezzato per farlo. Certo incombe l’incognita del virus, nessuno è invincibile e chi magari ha attraversato anche l’esperienza di un lutto farà ancora più fatica”.

Forse per l’accoglienza del 14 settembre si sarebbe potuto offrire ai ragazzi un itinerario di narrazione del vissuto e di rielaborazione delle emozioni. Una task force veneta di psicologi non sarebbe stato difficile far approdare nelle aule già lunedì, “ma anche nelle prossime settimane ci potremmo organizzare” – assicura Miotti. Che ricorda anche l’accordo sottoscritto tra Ministero dell’Istruzione e Ordine nazionale degli psicologi per l’introduzione della figura dello psicologo scolastico in tutti i plessi. “La gestione delle emozioni è la nuova – si fa per dire – frontiera. L’importante comunque è non clinicizzare tutto. Famiglie e docenti devono essere preparati al percorso di riadattamento che da lunedì i loro ragazzi intraprenderanno”.

 



foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

11/04/2020

“Aiutiamo ad aiutare”

I ragazzi di Castelfranco hanno avviato una raccolta fondi che sta già dando ottimi risultati

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×