25 gennaio 2020

Nord-Est

Post choc di leghista: "Nessuno stupra la Kyenge?

commenti | (3) |

commenti | (3) |

Post choc di leghista:

PADOVA - Pubblica su Facebook la foto del ministro Cecile Kyenge, e scrive in maiuscolo "MA MAI NESSUNO CHE LA STUPRI, COSI' TANTO PER CAPIRE COSA PUO' PROVARE LA VITTIMA DI QUESTO EFFERATO REATO??????? VERGOGNA!": l'autrice del post è Dolores Valandro, consigliera leghista di quartiere a Padova.

 

Valandro - da circa un mese sospesa dalla Lega per contrasti interni al partito - commenta così un articolo di un sito specializzato nella pubblicazione di 'crimini degli immigrati', nel quale si parla di un presunto tentativo di stupro a una donna italiana da parte un uomo africano. Il post di Valandro è rilanciato da molti internauti che esprimono la propria indignazione per le parole della consigliera leghista.

 

Il post è stato immediatamente condannato dal collega di partito e presidente de Veneto Luca Zaia, che ha ritenuto il commento un "insulto ai veneti". "Chieda scusa  - ha dichiarato Zaia - chi oggi con un post vergognoso ha insultato anche i veneti e una regione come il Veneto, dove l'integrazione funziona e, da sempre, rappresenta un modello a livello nazionale. Si tratta di un episodio da cui prendo le distanze e che condanno senza 'se' e senza 'ma'".

 

"La nostra regione - aggiunge Zaia - è uno dei migliori esempi di un'integrazione possibile. Sono moltissimi gli stranieri che vivono nelle nostre comunità e si sono integrati alla perfezione lavorando onestamente ed entrando in sintonia con le nostre comunità. Noi stiamo con chi rispetta le regole. E' questa l'integrazione che vogliamo e che ci piace". "Gli episodi come quello di oggi - conclude - non appartengono alla cultura e alla mentalità dei veneti e per questo ribadisco con forza la mia condanna ad un attacco vile ed ingiustificato".

 

Anche la Rete degli Studenti medi del Veneto e l'Unione degli Universitari di Padova, Venezia e Verona, "condannano con forza le aberranti parole espresse dalla consigliera di circoscrizione padovana Dolores Valandro su Facebook" ai danni del ministro Cecilie Kyenge. "Riteniamo le parole della Valandro - rilevano gli studenti in una nota - lesive della dignità del ministro Kyenge e di tutte le donne vittime di violenze sessuale. Ne chiediamo le immediate dimissioni dal ruolo di amministratrice pubblica della città di Padova, ruolo che non spetta a razzisti e xenofobi".

 

"Ci sentiamo estremamente amaraggiati e indignati dalle folli dichiarazioni della consigliera che riaccendono un vento di odio e xenofobia all'indomani dell'incontro pacificatore che abbiamo avuto lunedì scorso con la stessa ministra Kyenge" dichiara Enrico Mazzo, rappresentante del Liceo Cornaro e coordinatore della Rete degli Studenti Medi padovana. "Gli studenti hanno spinto per un incontro volto al dialogo e alla promozione della cultura del rispetto del diverso - ricorda -, per ammorbidire il clima teso delle ultime settimane dopo la comparsa di una scritta razzista rivolta al ministro sui muri del nostro Liceo".

 

Dello stesso argomento

immagine della news

31/10/2017

"Quel volantino è vergognoso"

Pioggia di critiche dopo i manifestini della Lega Nord contro il sindaco di Casier, rea di non aver votato al Referendum per l'autonomia del Veneto

immagine della news

31/10/2017

Volantino contro il sindaco, parte la denuncia

Il primo cittadino di Miriam Giuriati ha denunciato gli autori di un volantino, a firma Lega Nord-Liga Veneta, con l'accusa di non essere andata a votare al referendum per l'autonomia del Veneto

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×