15/07/2024sereno

16/07/2024poco nuvoloso

17/07/2024poco nuvoloso

15 luglio 2024

Nord-Est

Tragedia sul Gran Paradiso, alpinista perde la vita

È accaduto questa mattina, lunedì. La vittima risiedeva in Veneto

|

|

Tragedia sul Gran Paradiso, alpinista perde la vita

PARCO DEL GRAN PARADISO (VAL D'AOSTA-PIEMONTE) - Un alpinista della provincia di Vicenza è tragicamente deceduto questa mattina, intorno alle 9, mentre iniziava la discesa dalla vetta del Gran Paradiso. La vittima è scivolata ed è precipitata, con l'incidente che è stato segnalato da una cordata di alpinisti presenti in zona, i quali hanno assistito alla tragica scena.

L'uomo, partito all'alba insieme a un compagno, aveva trascorso la notte al rifugio Chabod. Dopo aver raggiunto la vetta del Gran Paradiso attraverso la parete Nord, è iniziata la discesa. Tuttavia, per cause ancora in fase di accertamento, come la possibile rottura di un ancoraggio o una corda sfilata, l'alpinista è precipitato.

Il corpo senza vita è stato recuperato e trasportato a Courmayeur dal Soccorso Alpino Valdostano, intervenuto prontamente con l'elicottero. Il compagno dell'alpinista è stato riportato al rifugio Chabod da una guida alpina.
Le operazioni di riconoscimento sono state affidate al Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, che sta collaborando per chiarire le esatte dinamiche dell'incidente.

AGGIORNAMENTO

È un commercialista vicentino, Roberto Dissegna, di 57 anni, la vittima dell'incidente avvenuto questa mattina sulla vetta del Gran Paradiso, che si trova in territorio valdostano al confine fra i comuni di Cogne e Valsavarenche. L'incidente è avvenuto intorno alle 9 di questa mattina. Le autorità non hanno ancora diffuso il nome in attesa di avvisare i parenti. L'allarme è stato dato da una cordata di alpinisti che si trovava in zona e che ha assistito alla scena. Il corpo senza vita è stato recuperato dal Soccorso alpino valdostano giunto sul posto in elicottero e portato alla camera mortuaria del cimitero di Courmayeur.

Il Soccorso alpino della guardia di finanza di Entrèves è al lavoro per ricostruire l'accaduto, anche sentendo il compagno di scalata con cui si trovava l'alpinista morto. Al momento è confermato un problema in fase di discesa, in corrispondenza di un piccolo risalto di rocce. Le procedure di identificazione ufficiale termineranno domani, con l'arrivo a Courmayeur del fratello della vittima.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×