22/05/2019possibile temporale

23/05/2019variabile

24/05/2019parz nuvoloso

22 maggio 2019

Oderzo Motta

Muore di parto a soli 34 anni all'ospedale di Oderzo, la famiglia presenta denuncia

La tragedia poco dopo la nascita del secondo genito, in buone condizioni. Il marito lavora a Motta di Livenza

commenti |

ODERZO - Morta di parto a 34 anni, la famiglia ha presentato denuncia alla Procura di Treviso.

Aveva appena dato alla luce un bellissimo bimbo, il secondogenito. Ma poco dopo Francesca, residente ad Annone Veneto, è morta.

La giovane donna, originaria di Castrignano del Capo in provincia di Lecce, si è spenta l’altra notte poche ore dopo il parto avvenuto in modo spontaneo e senza complicazioni.

La gravidanza della donna si era svolta regolarmente, ma nella notte tra martedì e mercoledì due minuti dopo il parto, all'1.41, un primo improvviso arresto cardiaco.

Attivate immediatamente le manovre rianimatorie con il supporto dell’anestesista rianimatore, e l’attività cardio circolatoria è ripresa.

Poi il decesso.

Francesca era da poco tornata ad Annone dopo un periodo trascorso nel salentino. Voleva partorire il suo bambino al nord e aveva scelto l’ospedale di Oderzo. Il marito Antonio, militare di stanza alla caserma Fiore di Motta di Livenza, distrutto dal dolore, ha aggiunto come secondo nome al piccolo quello della moglie.

Nel paesino in provincia di Lecce in cui era nata e cresciuta, Francesca dopo il diploma aveva iniziato a lavorare come estetista.

Nel settembre 2014 aveva sposato Antonio Giordano, militare dell’esercito, salentino di Squinzano. Nel 2015 avevano avuto la loro primogenita Elena e poco dopo si erano trasferiti al nord, acquistando un appartamento ad Annone Veneto.

L’altra notte dunque la terribile tragedia. E ora la famiglia vuole vederci chiaro: da qui la denuncia alla Procura.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×