29 settembre 2020

Vittorio Veneto

Maltempo e grandine a Vittorio Veneto, grossi danni ai vigneti

Anche ad Anzano la grandine ha lasciato il segno

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Via Cal de Livera allagata

VITTORIO VENETO – Pioggia, vento e grandine. Il maltempo nel primo pomeriggio di oggi ha lasciato il segno anche a Vittorio Veneto e dintorni.

I danni maggiori, per la grandine, si sono registrati nella zona di Meschio e poi nella vicina Anzano, frazione di Cappella Maggiore. La grandine, caduta con chicchi delle dimensioni di palline da pingpong (in foto sopra), ha lasciato il segno, soprattutto sulle colture. «Nella zona dei prati di Meschio – testimonia il vicesindaco Gianluca Posocco – si sono registrati danni importanti ai vigneti di prosecco. La perdita qui è tra il 50 e il 60%». Anche nella vicina Anzano, dove pure ci sono svariati vigneti, la grandine ha danneggiato i grappoli d’uva prossimi alla maturazione e altre colture presenti.

Allagamenti hanno interessato il quartiere di Meschio, soprattutto nella zona di via dei Furlani, e poi, Santi Pietro e PaoloSan Giacomo di Veglia (in foto sopra). Via Cal De Livera ha registrato degli allagamenti dovuti al fatto che i fossi laterali erano incapaci di reggere tutto l’afflusso d’acqua, poi finita così per invadere campi e strada. Altri allagamenti in altre zona della città dove le caditoie stradali ostruite da fogliame non sono riuscite a gestire l'acqua in arrivo.

 

Il fiume Meschio ha retto l’afflusso d’acqua, mentre il torrente Cervada a Carpesica ha rischiato di esondare (in foto sotto). L’acqua è rimasta a fatica dentro l’argine del torrente in cui sono convogliate le acque scese dalle varie zone collinari.

Il torrente Cervada

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×