18 aprile 2021

Oderzo Motta

Stefanel, concluso oggi il passaggio a OVS

L'azienda: "Siamo da tempo al lavoro sullo sviluppo del nuovo prodotto che si troverà in negozio a partire dall’avvio della futura stagione autunno inverno 2021"

|

|

la sede di Mestre di OVS

PONTE DI PIAVE - Concluso oggi il passaggio di proprietà ad OVS avente in oggetto il brand Stefanel e ventitré punti vendita a gestione diretta.

I ventitré negozi, ubicati in location di grande qualità, verranno progressivamente riaperti già a partire da questa settimana e rappresenteranno la base di ripartenza per il rilancio del brand, che prevede un più ampio piano di crescita già nel corso del 2021. I prodotti che si troveranno nei negozi rappresentano l’ultima collezione sviluppata dalla precedente gestione.

Spiega l'azienda in una nota: «Siamo da tempo al lavoro sullo sviluppo del nuovo prodotto che si troverà in negozio a partire dall’avvio della futura stagione autunno inverno 2021. I team misti che sono al lavoro daranno vita ad un prodotto fortemente contemporaneo e accessibile, sempre però caratterizzato da uno stile, una femminilità, una ricercatezza nei particolari, e una qualità dei materiali, che dovranno rappresentare la carta di identità del brand.

Rilevanti le manifestazioni di interesse che rileviamo anche da alcuni mercati esteri dove il brand era particolarmente amato. Diamo il benvenuto nella grande famiglia OVS ai quasi 100 dipendenti provenienti dalla società in amministrazione controllata».

Con questa operazione, OVS, market leader nell’abbigliamento in Italia, punta al rilancio di uno storico brand di moda italiano conosciuto in tutto il mondo, sostenendo un settore, quello della moda, che è stato tra i più colpiti dalla pandemia.
 

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

07/01/2021

Stefanel, nelle prossime ore via libera alla cessione

Oggi tavolo di lavoro ministeriale tra Commissario, Regione, sindacati e azienda. L'accordo a OVS prevede il mantenimento di 23 punti vendita sui 27 presenti in Italia e l’assorbimento di 94 lavoratori. Preoccupazione dai sindacati.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×