23 settembre 2020

Treviso

Alberi centenari e in buona salute a Breda di Piave

Il Comune ha monitorato lo stato di salute dei 7 alberi piantati dopo la Grande Guerra

|

|

Alberi centenari e in buona salute a Breda di Piave

BREDA DI PIAVE - Prevenzione e protezione del patrimonio naturalistico. A Breda di Piave, il Comune ha effettuato un attento monitoraggio di ben 7 alberi di alto fusto, in parte centenari, nelle aree pubbliche comunali. Si tratta di un’operazione fortemente voluta dall’amministrazione comunale per verificare lo stato di salute degli alberi più antichi e rappresentativi del territorio bredese.

 

Si tratta in particolare dei 4 tigli che svettano nella piazza della frazione di Saletto, veri e propri simboli della zona, e dei tre alberi ad alto fusto che stanziano davanti alla sede del Municipio a Breda. Per la verifica è stato incaricato appositamente un agronomo il quale, tra settembre e ottobre, ha effettuato le prove di trazione. Ebbene i 4 alberi testati a Saletto hanno superato la prova a trazione, integrata poi con una VTA visiva e strumentale con Resistograf (analisi della misurazione della resistenza che una microsonda incontra perforando l’albero) dimostrandosi dunque in buona salute tranne uno tiglio per il quale è stata disposta una tomografia, per verificare l’estensione di una carie individuata.

 

Gli alberi fronte Municipio monitorati attualmente non presentano problematiche di staticità. “Abbiamo voluto porre particolare attenzione a questi alberi storici – spiega Ermes Caruzzo, assessore a Lavori Pubblici e Ambiente del Comune di Breda di Piave – si tratta di un’operazione di prevenzione e di sicurezza per questo abbiamo voluto verificare ed eventualmente proteggere un patrimonio che è naturalistico ma soprattutto storico. In particolare, i tigli di Saletto sono un vero e proprio simbolo identitario della comunità della frazione, degli alberi centenari piantati subito dopo la fine della Prima Guerra Mondiale. Ecco perché lo sforzo di questa Amministrazione”.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×